La Reale Mutua Torino ’81 Iren stecca contro la Rari Nantes Imperia 57 e perde 11-6 in trasferta

La Reale Mutua Torino ’81 Iren stecca a Imperia contro la Rari Nantes Imperia 57 e resta a secco in questo 2022.

Parte bene la Reale Mutua Torino ‘81 Iren, che con Cigolini – al rientro – passa in vantaggio. I padroni di casa della Rari Nantes Imperia 57 però non stanno a guardare, ingranano una buona marcia, e con il capitano Somà ribaltano il primo quarto, anche grazie ad un rigore. La formazione di Pisano rientra in acqua alla Cascione con il piede sull’acceleratore, e con Cesini va sul +2, è 3-1. Accorcia la formazione di Aversa grazie all’uomo in più con Novara, ma sempre in superiorità numerica, è ancora di Somà a battere Aldi. Prima dell’intervallo lungo, però, c’è tempo ancora per un gol di Cigolini, che dimezza lo svantaggio. È 4-3 a metà gara.

Il terzo quarto parte a ritmi più lenti, ma è Giordano a smuovere la gara dal torpore, 5-3 per i padroni di casa. Doppio vantaggio che scuote gli ospiti gialloblù. Entrano nel tabellino quindi due grossi calibri, Lisica prima e Colombo poi. È pari sul 5-5. Mette però ancora il naso avanti la formazione giallorossa, che con Corio segna il sesto gol. La Rari Nantes Imperia si porta poi sul 7-5 grazie a un bel fendente di Lengueglia. Apre il quarto tempo Taramasco, che sorprende Aldi sul primo palo, RN Imperia che scappa sul +3. Lo stesso numero 9 segna ancora un minuto dopo con una palombella pregevolissima. Prende il largo la formazione di casa: con Cesini è cifra tonda, 10-5. L’ultimo ad arrendersi è Oggero, che sorprende Merano per il -4 a tempo praticamente scaduto. È di Cipriani però l’ultima rete: allunga definitivamente sull’11-6 la formazione giallorossa.

 Commenta con rammarico coach Simone Aversa: “Sono partite complicate, siamo incerottati e cerchiamo di mascherare qualche mancanza nelle rotazioni. Ci manca un po’ di peso davanti, ci manca esperienza dietro. Per tre tempi siamo stati in partita, ma spendendo più del necessario, è normale che per qualcuno sopraggiunga un po’ di stanchezza: aumentano così le percentuali di errore, e perdiamo lucidità!

Bisogna dare atto e merito all’Imperia che ha fatto la sua partita ordinata, ha attaccato e ha sfruttato le proprie occasioni. Noi invece siamo stati anche un po’ spreconi, soprattutto nei primi due tempi quando avevamo ancora molta energia. Abbiamo sbagliato un paio di opportunità ghiotte anche nel terzo tempo, che hanno determinato poi l’andamento del match. Lavoreremo sugli errori e sui giovani. L’aspetto positivo è che i giovani e gli esordienti stanno avendo tanto minutaggio, oggi ha giocato uno scampolo di partita Matteo Olocco, classe 2003. Abbiamo un altro infortunato, Ligas: speriamo che il suo infortunio alla mano non sia grave. Sottolineo il rientro di Cigolini, che non giocava dal 18 dicembre… piano piano si riprenderà anche lui fisicamente”.

RARI NANTES IMPERIA 57 – REALE MUTUA TORINO ’81 IREN 11-6 (2-1, 2-2, 3-2, 4-1)

RARI NANTES IMPERIA 57: F. MERANO, P. CIPRIANI, M. GIORDANO 2, G. GROSSO, R. GANDINI, G. MERANO, G. LENGUEGLIA 1, F. CORIO 1, N. TARAMASCO, A. SOMA’ 3, F. ROCCHI, D. CESINI 2, F. TARAMASCO 2. All. PISANO

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN: 1 M. ALDI, V. LISICA 1, J. COLOMBO 1, A. NOALE, A. LEONE, S. OGGERO 1, M. OLOCCO, G. ERMONDI, M. DI GIACOMO, G. NOVARA 1, F. LIGAS, L. CIGOLINI 2, G. COSTANTINI. All. AVERSA

Arbitri: Brasiliano, Iacovelli

Note: Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: RN Imperia 2/4 + 1 rigore, Torino 2/7. Spettatori: 100.

Altre storie
Importante vittoria per la Reale Mutua Torino ’81 Iren sul Como Nuoto, continua la corsa playoff