La Reale Mutua Torino ’81 Iren pareggia all’ultimo secondo 11-11 contro il Brescia Waterpolo

Soltanto un pareggio per la Torino’81 che acciuffa i lombardi a tredici secondi dalla fine della partita. I gialloblù non convincono, ma riescono comunque a strappare un punto davanti i propri tifosi. I ragazzi di Simone Aversa non trovano la vittoria da tre partite consecutive e sono costretti sabato prossimo contro i neopromossi del Carrara a macinare punti.

LA PARTITA:

Inizia il match e la Reale Mutua Torino ’81 Iren passa subito in vantaggio grazie alla rete di Domenico Iodice che infiamma la Monumentale. La risposta ospite non si fa attendere: Rivetti pareggia in superiorità numerica poi Tononi sigla il momentaneo 1-2. I ragazzi di Simone Aversa non vogliono mollare la presa e il capitano Andrea Maffè fa il 2-2, ma a tre secondi alla fine del primo quarto è ancora Tononi a portare avanti i suoi. Si ritorna in acqua e la Torino ’81 inizia a spingere: Colombo pareggia i conti ed Ettore Novara non sbaglia il tiro di rigore che vale il 4-3. I lombardi, però, sono in partita e trovano il massimo vantaggio grazie alla rete di Casanova in superiorità numerica e i due rigori trasformati da Giri e Rivetti che valgono il 4-6, ma Iodice trova la sua seconda rete personale e trova il -1.

Al cambio vasca sono ancora i ragazzi di Oliva a trovare la via del gol grazie a Giri, ma Lisica con una doppietta in pochi minuti, ristabilisce le distanze portando le squadre sul 7-7. I bresciani continuano a spingere e chiudono il terzo tempo in vantaggio di due reti grazie ai sigilli di Zanetti in superiorità numerica e del solito Rivetti. Inizia l’ultimo quarto e i tifosi di casa iniziano a farsi sentire: Ermondi fa l’8-9 in superiorità numerica, ma ancora Rivetti porta i suoi sul +2 a quattro minuti dal termine del match. La Torino ’81 prova a rientrare in partita e riesce a trovare il pareggio grazie alle reti in superiorità numerica di Ettore Novara e di Andrea Maffè. Si entra nell’ultimo minuto di gioco e le emozioni non finiscono: Giri trova il 10-11 a trenta secondi dalla fine dell’incontro, ma è Gattarossa, a tredici secondi, a far esplodere la piscina Monumentale per un insperato pareggio. Finisce così la partita con la Torino ’81 che non riesce a trovare più la via della vittoria e pareggia 11-11 contro un ottimo Brescia che ha dimostrato di poter stare tra le prime della classe.

LE ANALISI:

Simone Aversa: Abbiamo salvato una partita che non meritavamo neanche di pareggiare, facendo tanti errori che ci sono costati cari. Anche oggi abbiamo subito troppe reti e dobbiamo migliorare su questo aspetto. È subentrata un po’ di insicurezza, però bisogna continuare a lavorare sodo e correggere tutti questi errori. Complimenti al Brescia che ha disputato un’ottima partita!”.

Marco Raviolo, vicepresidente della Torino ’81, al termine del match: “Complimenti al Brescia perché è una squadra composta da molti ragazzi giovani che hanno dimostrato di potersela giocare con tutti. Per quanto riguarda noi, nonostante si sia riusciti a pareggiare, non si può essere soddisfatti, queste partite bisogna vincerle se si vuole mantenere vivo l’obiettivo prefissato ad inizio stagione, ovvero, raggiungere i play-off. Come società, dalla squadra ci aspettiamo di più in settimana e al sabato rispetto a quanto visto sino ad ora!”.

IL TABELLINO:

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN – BRESCIA WATERPOLO 11-11 (2-3; 3-3; 2-3; 4-2)

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN: Aldi, Lisica 2, Iodice 2, Abate, Maffè 2, Cigolini, Costa, Spano, Gattarossa 1, G. Novara, E. Novara 2, Colombo 1, Santosuosso, Ermondi 1. All. Aversa.

BRESCIA WATERPOLO: Baggi Necchi, Giri 3, Zanetti 1, Tononi 2, Lodi, Calesini, Copeta, Gennari, Di Murro, Casanova 1, Rivetti 4, Sordillo, Corrente, Foresti. All. Oliva

ARBITRI: Alessandroni – Roberti Vittory

NOTE: usciti per limite di falli: Lisica (T) e Maffè (T) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Reale Mutua Torino ’81 Iren 3/10 + 1 rigore e Brescia Waterpolo 2/8 + 2 rigori.

Altre storie
La Reale Mutua Torino ’81 Iren sfida la capolista De Akker Team