La Reale Mutua Torino ’81 Iren gioca e regge due tempi, ma non basta: vince il Bogliasco 1951

La Reale Mutua Torino ’81 Iren cade in casa della capolista Bogliasco 1951. La formazione gialloblù regge metà gara, poi i padroni di casa mettono la freccia e allungano in maniera decisiva tra il terzo e il quarto tempo.  

LA PARTITA

Due gare in una, questo si può dire della ventesima giornata della Reale Mutua Torino ’81 Iren, impegnata nella trasferta insidiosa contro il Bogliasco 1951. Primo tempo equilibrato, solo il gol di A. Brambilla di Civesio rompe l’equilibrio in vasca. Seconda frazione di gioco che vede i gialloblù in partita, Gavazzi allunga per i padroni di casa, ma un doppio Marco Costa pareggia le reti di giornata. Va in rete Guidaldi, e l’intervallo lungo dice 3-2 per Magalotti e i suoi.

La seconda metà di gara, i quarti tre e quattro, raccontano un’altra storia. La terza parte di gara si apre con il gol di Colombo, è 3-3. Sarà però anche l’ultima rete del match per i gialloblù. Nel corso di questo parziale, il rigore scagliato sul palo da parte dello stesso mancino e l’espulsione di Costa indirizzano la gara. La difficoltà realizzativa fa il resto e Bogliasco dilaga. Segnano Puccio, Percoco due volte e Bonomo. Nel quarto tempo la capolista non si ferma, doppio Puccio, F. Brambilla e A. Brambilla scrivono l’11-3 totale.

L’ANALISI

Il risultato è bugiardo, abbiamo mollato e lasciato andare la partita negli ultimi minuti e questo non mi è piaciuto. Ho fatto giocare tutti, anche Santosuosso nel finale. Eravamo senza Oggero in partenza, ha quindi dovuto giocare Di Giacomo al centro, che non è il suo ruolo, come secondo di Costa.

Per due tempi e mezzo abbiamo giocato meglio di loro, difensivamente molto bene, i padroni di casa hanno fatto due reti con deviazioni che hanno messo fuori causa Matteo Aldi, mentre davanti abbiamo sbagliato alcune occasioni che ci avrebbero permesso di andare in vantaggio. Ho trovato l’arbitraggio molto casalingo, con un diverso metro di misura nella valutazione dei falli di gioco e questo non deve succedere. È stato tutto abbastanza evidente, tant’è vero che poi ci sono state regalate delle espulsioni sugli stessi falli, quando ormai però era finita. – commenta Simone Aversa coach dei gialloblù –

Abbiamo giocato in casa della prima in classifica alla pari se non meglio: erano in difficoltà, non riuscivano a produrre gioco e sviluppare controfughe. Sotto porta dobbiamo essere determinati, buttarla dentro e rimanere concentrati sulla partita: non possiamo uscire dal match come abbiamo fatto nel quarto tempo. Comunque abbiamo fatto una rotazione completa dei ragazzi, anche per il nervosismo: vedersi scivolare via la partita non solo per demeriti propri non fa mai piacere. Quindi per cercare di salvaguardare i ragazzi dall’espulsioni ho dovuto rallentare l’intensità della partita, questo fatto ha fatto maturare un risultato che non racconta la verità”.

IL TABELLINO

BOGLIASCO 1951 – REALE MUTUA TORINO ’81 IREN 11 – 3 (1-0; 2-2; 4-1; 4-0)

BOGLIASCO 1951: Prian, Percoco 2, A. Brambilla di Civesio 2, Gavazzi 1, Bottaro, Guidaldi, Tabbiani, F. Brambilla di Civesio 1, Boero, Bonomo 1, Puccio 3, Canepa, Broggi Mazzetti. All. Magalotti.

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN: Aldi, Lisica, Colombo 1, Azzi, Maffè, Di Giacomo, Costa 2, Ermondi, Noale, Novara, Leone, Cigolini, Santosuosso. All. Aversa.

Arbitri: Romolini Rotondano

Note: usciti per limite di falli Gavazzi (B) e Costa (T) nel terzo tempo. Superiorità numeriche: Bogliasco 1951 4/11; Reale Mutua Torino 81 Iren 1/9. Nel terzo tempo Colombo (T) sbaglia un rigore (palo). Spettatori 150 circa.

Altre storie
La Reale Mutua Torino ’81 Iren vince e convince contro il President Bologna: alla Monumentale è 11-5 per i gialloblù