La Reale Mutua Torino ’81 Iren vince per 12-10 contro la C.C. Napoli e vola alle finali play-off!

Serata indimenticabile per la Reale Mutua Torino ’81 Iren che non sbaglia gara 3 in una Monumentale incandescente e stacca il biglietto per le finali play-off. Con un secondo parziale da urlo, i ragazzi di Simone Aversa riescono a contenere i partenopei e a migliorare il risultato della scorsa stagione. In finale ci sarà la Roma Vis Nova, affrontata l’anno scorso in occasione delle semifinali, uscita vittoriosa nei due scontri.

LA PARTITA:

Inizia il match e sono subito i ragazzi di Vincenzo Massa a portarsi avanti nel punteggio con la rete di Calì, ma i padroni di casa reagiscono e pareggiano i conti con il croato Vinko Lisica. I torinesi non approcciano bene la partita e subiscono il break avversario grazie alle reti di Confuorto su rigore e di Mutariello in superiorità numerica, chiudendo così il primo tempo sul risultato di 1-3. Si ritorna in acqua ed è il capitano partenopeo Borrelli a fare l’1-4. I gialloblù iniziano ad alzare la testa: Colombo in superiorità numerica accorcia le distanze ed Ettore Novara su rigore sigla il -1. Il match inizia a scaldarsi e la Monumentale si fa sentire, Confuorto realizza il 3-5 in superiorità numerica, ma la Reale Mutua Torino ’81 Iren inizia a schiacciare sull’acceleratore: Lisica trasforma il rigore dai cinque metri e riporta le due squadre a un solo gol di distanza, Costa con una bellissima palomba trova il pareggio e poi, a un minuto dalla sirena dell’intervallo, i gialloblù vanno in vantaggio con le reti di Cigolini e il solito Lisica che allungano sul 7-5.

Al cambio vasca la Canottieri Napoli prova a rientrare in partita con la rete in superiorità numerica di Calì, ma Lisica riporta i suoi sul +2. I partenopei non mollano e trovano il -1 con il capitano Borrelli, ma Gandini ristabilisce ancora una volta le distanze. Allo scadere del terzo quarto i ragazzi di Massa realizzano i 9-8 con la rete di Confuorto. Si entra nell’ultima parte di gioco, Colombo realizza il 10-8, ma Tozzi, in superiorità numerica, tiene aggrappati i suoi. La partita è tesissima, ma un uno-due micidiale, firmato da Maffè e Cigolini, porta i torinesi sul 12-9 creando un divario irraggiungibile per il Napoli. Il gol di Cerchiara, a due minuti al termine della partita, non preoccupa gli oltre seicento spettatori della Monumentale che iniziano a fare festa. Finisce così, 12-10, la gara 3 delle semifinali play-off tra la Reale Mutua Torino ’81 Iren e la C.C. Napoli che vede i torinesi staccare il biglietto della finale contro la Roma Vis Nova.

LE ANALISI:

Simone Aversa al termine del match: “Ringrazio tutti i tifosi che ci sono venuti a sostenere quest’oggi, la cornice di pubblico era meravigliosa. La squadra ha sentito tutta la spinta della Monumentale che è stata fondamentale. Siamo soddisfatti di andare in finale, perché con la vittoria di oggi miglioriamo il risultato della scorsa stagione ed era quello che mi aspettavo. Abbiamo preso due gol evitabili all’inizio e, per quanto concentrati, ad inizio partita siamo stati più contratti rispetto ai nostri avversari. La squadra, però,  era nel match a livello mentale; infatti, nel secondo tempo siamo riusciti ad offrire una buona pallanuoto: siamo stati compatti dietro e davanti abbiamo fatto in pochi minuti diversi gol, mandando un segnale forte alla Canottieri. Da lì abbiamo indirizzato la partita e siamo riusciti a contenere il loro entusiasmo mantenendo sempre uno o due gol di vantaggio e quando siamo andati sul +3 a due minuti dalla fine, ho pensato che la partita fosse praticamente chiusa”.

Per poi continuare: “In finale affronteremo la Roma Vis Nova, che sono la squadra da battere. Rispetto all’anno scorso, come noi, si sono rinforzati. Abbiamo un anno in più di esperienza per poter affrontare queste partite e vogliamo giocarcela fino in fondo. Abbiamo molte meno pressioni, la squadra deve scendere in acqua per il piacere di giocare questi tipi di partite che non ti capitano tutti i giorni. Mi aspetto che i ragazzi si godano questo evento, ma che mettano tutto quello che hanno perché la Roma Vis Nova è una squadra forte, ma non è imbattibile”.

Un soddisfatto Marco Raviolo commenta alla fine della partita: “Abbiamo fatto il primo passo, adesso dobbiamo andare a giocare la finale con la Roma Vis Nova e divertirci. Complimenti alla Canottieri Napoli perché è stata una grandissima partita, ci siamo divertiti molto. Complimenti anche al pubblico perché ci ha trascinato in questa vittoria ed è stato incredibile!”.

IL TABELLINO:

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN – C.C. NAPOLI 12-10 (1-3; 6-2; 2-3; 3-2)

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN: Aldi, Lisica 4, Gandini 1, Abate, Maffè 1, Cigolini 2, Costa 1, Ermondi, Noale, G. Novara, E. Novara 1, Colombo 2, Santosuosso. All. Aversa.

C.C. NAPOLI: Cappuccio, Zizza, Cerchiara 1, Calì 2, Confuorto 3, Florena, Massa, Orlando, Mutariello 1, Tozzi 1, Borrelli 2, Raia, Altomare. All. Massa.

ARBITRI: Piano – Ferrari

NOTE: Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Torino ’81 3/8 +2rig; C.C. Napoli 6/12 +1rig. Nel secondo tempo Cappuccio (N) para un rigore a Colombo (T). Spettatori 600 circa.

Altre storie
La Torino ’81 alla ricerca dei tre punti a Bologna per accedere ai play-off!